A Stalis il 7 giugno tra arte e natura

Ancora una volta sotto l’ombra degli alberi frondosi che danno sulle acque limpide e rapide della versa che dicenta Lemene.

Ancora una volta a girare tra le vecchie mura di un mulino che parlano voci di fatica e di lavoro, a guardare le pale verdi di alghe dal moto lento e tranquillo.

Ancora una volta a cimentarsi con un tema nuovo ma antico:”Sullo sterrato dinanzi ai mulini era un continuo avvicendarsi di sacchi, e di figure infarinate” Ippoloto Nievo.

Pittori e scultori, amici per lo più, a giocare con i propri pensieri e con le proprie personalissime immagini, ma anche a guardare e guardarsi, a parlare e parlare. Non c’è gara: è questa la parte più bella dell’evento. Cosa c’è di meglio di un incontro dove scambiare le proprie esperienze?

E il cicloamatore che passa si ferma e curiosa, il passeggiante gode dei colpo d’occhio di tele, carte, legni, il bambino chiede di poter giocare con te e i tiuo colori.

Stalis è questo e altro, se il sole ci accompagna, e così sarà.

A presto, a Stalis, il 7 giugno dalle 9.00 alle 19.00!