Il piatto con l’oca 2010 – Fiera di S.Andrea, Portogruaro

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una nuova esperienza, particolarmente intrigante e giocosa, ma non per questo non impegnativa! La sfida era legata alla rotondità dell’oggetto- piatto e dal tema, ormai affrontato già 24 volte da altri artisti… Ho pensato di creare una serie di immagini della Portogruaro che mi piace, soprattutto di particolari e dettagli di architetture e emblemi, ovviamente rivisti in chiave giocosa e un po’ fanciullesca.  Quando mi è stato suggerito che le oche sono bianche, la mia immaginazione si è ribellata, ed ecco i colori… Di grande aiuto il mio fotografo personale (mio marito Mario), che sia su indicazione che a suo estro è andato a caccia di immagini.  Sembra me la sia cavata…

Leggete l’articolo di Flavia Benvenuto Strumendo. eccolo qui sotto:

Il piatto, (a dir la verità sono una quarantina) è stato presentato in municipio a Portogruaro in un’apposita cerimonia pubblica il 21 novembre 2010 alla presenza delle autorità cittadine, dei rappresentanti della Contrada dell’Oca di Siena e di operatori della fiera. Una novità l’accompagnamento musicale all’evento tenuto dal quintetto a plettro e pizzico “Il Fondaco Sonoro” di Portogruaro, composto da Mario Santilli e me- chitarre, Pietro Rinaldi e Christine Teulon –  mandolini e Roberto Verona – mandola. Abbiamo preparato per l’occasione alcuni brani ad hoc tra i quali di Bert, Anatroccolo di palude e di Bottacchiari Foxtrot delle anitre oltre a bei pezzi di Tarrega e altri.

Prossimi appuntamenti musicali

Arriva il mese di dicembre e con lui una serie di eventi musicali che mi vedono attiva come chitarrista:

17 dicembre 2011 con L’Orchestra a plettro di Codroipo a Villa Manin di Passariano.

21 dicembre 2011 Il Fondaco Sonoro, quintetto a plettro e pizzico portogruarese, formato da Pietro Rinaldi e Christine Teulon mandolino, mandola Roberto Verona, chitarra Mario Santilli e Tiziana Pauletto si esibisce alle ore 20.30 nel palazzo comunale di Pravisdomini (PN) – musiche di Morricone, Conte, Gershwin, Chaplin, Marzuttini, Szordikoswki, Verdi, Machado ed altri.

22 dicembre ore 21.00 teatro Arrigoni di S.Vito al Tagliamento (PN) concerto di natale dell’Orchestra a plettro sanvitese.

ALTRE INIZIATIVE DEL MESE DI DICEMBRE

10 dicembre 2011 ore 17.30 Galleria don Luigi Sturzo di Mestre: mostra di arte sacra al femminile. Presenta Giulio Gasparotti. Sarò presente con un omaggio a Giotto.

17 dicembre 2011 ore 17.30 Palazzo Comunale di Pravisdomini: presento la mostra PITTURA E SCULTURA degli artisti Giulio Belluz, Lucio Fedrigo, Mario Pauletto e Roberto Raschiotto.

Segnalo inoltre un evento importante per la valenza sociale: 18 dicembre presso la palestra di Summaga di Portogruaro (VE) Festa dei Migranti dedicata ai Nuovi Italiani: i bambini! Dalle ore 10.30.

Francesca Mora: presentazione alla mostra “Modulare libero e sonoro, acrilici e acquerelli”, Galleria Campanon, Guastalla (RE), 13 Giugno 2009

Un momento della presentazione di Francesca Mora. Da sinistra a destra: Tiziana Pauletto, Francesca Mora, Mario Santilli
Un momento della presentazione di Francesca Mora. Da sinistra a destra: Tiziana Pauletto, Francesca Mora, Mario Santilli

Tiziana compone mosaici formati da tanti piccoli tasselli di carta, uniti da un acquerello che li accorpa e rivela infinite sfumature. Libera le sue creazioni da una maschera di uniformità e dona a chi le osserva la possibilità di togliersi quella stessa maschera che la vita di tutti i giorni ci impone.

Tiziana questa maschera se l’è tolta da tempo, da quando ha deciso di rimettersi in gioco, di superare le sue ansie e le sue paure e di accettare il suo destino di artista, il suo essere “nata sotto Saturno”. La sua esperienza dell’arte e nell’arte è esemplificata nelle commistioni di toni, nell’uso abile della materia del suo fare artistico. Gioca nel colore quando dipinge nell’informale  e quando ricerca volti  dove non è possibile non cogliere l’eco di opere che l’artista ha profondamente interiorizzato.

La sala del pozzo
La sala del pozzo

Unire una profonda esperienza di arte moderna ad una ricerca nel contemporaneo significa volontà di mettersi in gioco, di sperimentare. Le infinite sfaccettature dell’ispirazione di Tiziana sono testimoniate dalle illustrazioni della fiaba della Strega Alfreda, dove con dolcezza accompagna la narrazione di questo racconto per bambini. Perchè Tiziana è donna nella grazia e nell’eleganza delle sue creazioni, ed è forte del vigore donatele dalla sua passione artistica.

Un dettaglio dell'allestimento
Un dettaglio dell'allestimento